Movies & TV Writing

The Terror – Recensione

Sento il bisogno di parlarvi di The Terror, di questa serie che mi ha stregato fin dai primi fotogrammi. Non so come mai, ma sin da quando ho visto il trailer ho capito che si trattava di un colpo di fulmine.

C’è qualcosa, nell’insieme degli elementi, che mi ha subito affascinato. The Terror riunisce in un’unica serie tanti dei miei grandi amori. L’ambientazione nel gelo dell’artico, che sembra un pianeta alieno. L’insieme di personaggi, tutti squisitamente inglesi (chi mi conosce sa della mia anglofilia quasi patologica). Le navi, la marina inglese, l’epoca vittoriana. Il senso di isolamento fisico e psicologico. Gli elementi di suspence. Gli elementi di paranormale. Uno dei miei attori preferiti degli ultimi tempi, Jared Harris.

L’ho iniziata, e non c’è stato scampo. Amore a prima vista.

Ci sono tutti gli elementi che mi piacciono, certo. Ma The Terror riesce ad andare oltre, soprattutto grazie alla sceneggiatura strepitosa.

Quello che mi ha colpito è la sorprendente umanità di tutti i protagonisti, che non sono stereotipi ma nell’arco delle 10 puntate crescono, evolvono, cambiano man mano che la situazione si fa sempre più disperata.

In un ambiente violento, estremo, nel quale viene tolto loro pezzo dopo pezzo ogni appiglio al mondo e alla civiltà, viene fuori il vero io di ognuno di loro. E quindi si assiste a un arco di redenzione, di crescita, di scoperta reciproca. Momenti di cameratismo, coraggio, compassione.

Ma anche, ovviamente, momenti di violenza, tradimento, orrore puro, e non solo quello dato da una strana forza soprannaturale che minaccia la spedizione. L’orrore vero e profondo che si nasconde nell’animo degli uomini e nei momenti più bui può prendere il sopravvento.

Mi aspettavo un racconto che parlasse di disperazione, e invece The Terror mi ha sorpreso, perché parla dell’esatto opposto. La speranza, l’umanità, il senso di fratellanza, l’affetto per gli altri esseri umani, l’altruismo, sentimenti inattesi in posti dove la morte è a un passo di distanza. Mi aspettavo di vedere persone ridotte al loro peggio, e invece (soprattutto negli ultimi, memorabili episodi) ho visto uomini tirare fuori il meglio di sé e dimostrarsi dei veri e propri eroi.

Il tutto condito dall’amara consapevolezza che (com’è accaduto davvero) di tutti questi ragazzi non ne è tornato a casa neanche uno.

Quindi all’emozione della storia si aggiunge la struggente attesa di vederli morire tutti, uno ad uno. Lacrime.

Ecco, The Terror è stata una visione che mi ha colpito davvero tanto. E che vi consiglio di correre subito a vedere.

Cercate di evitare il binge watching e godetevene una ogni sera, da centellinare nelle calde sere estive, come quella bottiglia di amaro ghiacciato che tenete in freezer.

Guarda qui

The Terror – Prime Video

Commenti

commenti

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    5 × 2 =