Travel

Un assaggio di Genova

Questo autunno abbiamo deciso di viaggiare un po’, ma senza troppa fatica. Con l’inizio della scuola elementare non vogliamo che Lucia arrivi alla domenica sera troppo stanca (i suoi risvegli del lunedì mattina sono diventati epocali, un misto di sonno, rabbia, fame e voglia di coccole).

La prima meta, quindi, è stata lei. Genova. Già visitata molte volte negli anni passati, ma comunque mai visitata davvero con Lucia, se non per una visita veloce all’acquario quando era piccolina.

Weekend lampo, 24 ore a Genova e una mattinata a Rapallo, e poi di nuovo a casa.

Gli ultimi giorni di caldo autunnale, con un clima che permette di girare senza troppa fatica.

E niente, come sempre io resto stupita di quanto sia bello viaggiare, e quanto faccia bene all’anima. Genova è una meraviglia, unica nel suo essere incasinata, sporca, stretta, eppure piena di vita e di storia, un insieme di spezie e culture che si fondono in qualcosa di indescrivibile.

Ovviamente siamo andati all’acquario, a vedere i pesci e a divertirci nella zona del Porto Vecchio, che è spettacolare. Ma quello che mi ha lasciato senza fiato sono i carruggi. Io, abituata al carruggio di Rapallo, sono rimasta sconvolta quando ho visto quanto sono stretti, e alti, quelli di Genova. Abbiamo passato la maggior parte del pomeriggio a esplorare il dedalo di vie del centro, tra vecchie botteghe e negozi di paccottiglia, fruttivendoli e friggitorie.

Abbiamo percorso Strada Nuova con i suoi palazzi incredibili. Abbiamo mangiato pasta al pesto, tortini salati e calamari in una antica osteria proprio accanto a una piccola, meravigliosa bottega di barbiere.

Il giorno dopo abbiamo fatto un salto a Rapallo. Giusto il tempo di fare scorta di pesto, pasta fresca, focaccia e vino, passare mezz’ora a giocare con le onde, e poi via a mangiare in quello che resta uno dei miei ristoranti preferiti di sempre (e sicuramente il ristorante dove fanno la migliore pasta fresca al mondo): La Vedetta.

Lucia addormentata con la bolla al naso subito dopo la partenza, segno della degna fine di un’avventura.

Linguine pesto, patate e fagiolini

Genova, una mattina d’autunno

Lucia alla vasca dei delfini

Vico Caprettari, Genova

L’indubbia eleganza delle meduse

Esplorando i carruggi a Genova

Guarda mamma, la statua sta fumando!

Salvaschermo anni 90

Rapallo, Ottobre 2017

Rapallo, Ottobre 2017

La garanzia di un caffè buono e fortissimo, da Bocchia a Rapallo

Uno dei miei piatti preferiti di sempre, le lasagne con pesto de La Vedetta a Rapallo

Commenti

commenti

You Might Also Like