Expat Parenting Switzerland

Come sono gli asili a Lugano

Ora che Lucia ha finito l’asilo, ed è entrata nel magico mondo della Scuola Elementare, ho pensato di fare un breve prontuario di come funziona l’asilo a Lugano. Ricevo molte richieste di mamme che hanno intenzione di trasferirsi in Svizzera o in Ticino, e questa pagina sarà sicuramente utile per farsi un’idea preliminare.

(Disclaimer: questa è la mia esperienza personale, vissuta nei tre anni in cui Lucia è andata all’asilo in via Bottogno a Viganello. Molte cose cambiano non solo da cantone a cantone, ma anche da scuola a scuola. Non tutte le scuole hanno le strutture e gli orari della mia, e nel frattempo potrebbero essere cambiati alcuni dettagli. Insomma, non prendetelo per oro colato, e non arrabbiatevi se poi in realtà le cose non sono proprio identiche.)

Date, vacanze e orari

L’anno scolastico inizia a fine Agosto e finisce nella seconda metà di Giugno. Il calendario scolastico è consultabile online e viene comunque consegnato alle famiglie all’inizio. Nell’arco dell’anno ci sono queste vacanze:

  • una settimana di vacanze in autunno (Vacanze Autunnali – a cavallo della settimana del 1 Novembre)
  • due settimane per Natale, una settimana di vacanza in inverno (Vacanze di Carnevale – a cavallo della settimana del Carnevale)
  • una settimana per Pasqua (a cavallo della settimana del Lunedì dell’Angelo, con il Venerdì Santo di vacanza)

Oltre a queste vacanze, in Ticino ci sono due giorni festivi di calendario tra Pasqua e la fine dell’anno scolastico che cadono di giovedì (Ascensione e Corpus Domini) e solitamente la scuola fa ponte.

La scuola ha come orario di ingresso 8.30-8.45 e come orario di uscita 15.30.

Il mercoledì la scuola finisce alle 11.30. Sempre. Perché, mi chiedete voi? Non lo so. Ma anche alle elementari? Sì. E i genitori che lavorano come fanno? Si arrangiano come possono.

Bambini, classi, aule, contrassegno

I bambini iniziano al compimento dei 3 anni e le classi sono miste, con bambini che vanno quindi dai 3 ai 6 anni. La media per classe è di 20 bambini.

All’inizio del percorso scolastico viene assegnato al bambino un contrassegno, qualcosa di facile e simpatico da ricordare. A Lucia è capitato il grappolo d’uva.

I bambini passano tutta la giornata nella loro aula. Non c’è l’aula mensa ma una parta dell’aula ha i tavoli per mangiare. Anche i bagni e i lavandini sono di fianco all’aula. In questo modo, i bambini passano la giornata nello stesso ambiente, sentendosi protetti. Personalmente ho adorato l’aspetto e la disposizione degli spazi nella scuola dell’infanzia di Viganello: ricorda molto le costruzioni tedesche degli anni 70, cemento grezzo e molto, molto legno chiaro, e tante vetrate ampie. L’aula infonde un senso di piacere e stimola i sensi e la creatività, con le matite e i fogli ben organizzati e la sconfinata collezione di libri, ma ha anche angoli morbidi che invitano a rilassarsi, e le grandi finestre danno direttamente sul giardino.

Le aule sono al primo piano, mentre al piano terra c’è un grosso salone, che ricorda grossomodo una palestra col pavimento in legno, dove i bambini fanno ginnastica e attività motorie nei giorni di pioggia. Di fianco al salone c’è una piccola stanza con le brandine, dove i bambini più piccoli vanno a fare un pisolino dopo mangiato. I bambini dell’ultimo anno, invece, vanno in una piccola aula sempre vicino al salone, dove fanno piccoli esercizi pre-scolastici e allenano il cervello per l’anno successivo.

Inserimento e capacità del bambino

Il bambino inizia gradualmente a frequentare la scuola dell’infanzia, cominciando per le prime settimane ad andare solo la mattina, o anche solo alcune mattine della settimana. Questa scelta è a discrezione della maestra, che giudica in base alla capacità del bambino di essere indipendente, obbediente e socievole.

I bambini che frequentano l’asilo devono essere senza pannolino e devono saper fare da soli le seguenti cose: mettersi e togliersi le scarpe, vestirsi, andare in bagno, lavarsi le mani i denti, mangiare e bere.

Cose necessarie per l’asilo

Ogni bambino deve avere le seguenti cose, tutte con il contrassegno cucito o disegnato sopra:

  • grembiule
  • asciugamano
  • bavaglino
  • spazzolino
  • dentifricio
  • bicchiere di plastica
  • stivali di gomma
  • sacchetto da ginnastica con:
  • maglietta
  • pantaloncini
  • scarpine da ginnastica. Le scarpine da ginnastica si trovano in Ticino nei negozi di scarpe e nei grandi magazzini, e sono un po’ particolari (o almeno lo sembravano per me – v. link)

È inoltre richiesto un ricambio di vestiti, dei pacchetti di fazzoletti, una spazzola e, soprattutto nella stagione bella, un cappello e una crema solare, perché i bambini passano molto tempo in giardino.

Giardino

La scuola dell’infanzia di Viganello ha un grande giardino con parco giochi, dove i bambini vanno a divertirsi in tarda mattinata e nel pomeriggio. Gli stivali di gomma sono perfetti, permettono loro di divertirsi anche in caso di terreno un po’ umido. Il freddo non è un deterrente: l’unico caso in cui non si va in giardino è quando piove, altrimenti sciarpa cappello guanti e via, tutti all’aperto.

Mensa

I bambini mangiano alle 11.30. Il menu viene appeso all’ingresso dell’asilo ogni settimana, di modo che i genitori sappiano in anticipo e si possano regolare. Il menu include una insalata o una zuppa come entrata (antipasto), un piatto principale che può essere carne e contorno o pastasciutta, e un dessert che può essere frutta o dolce. A detta di Lucia, all’asilo di Viganello si mangia molto bene. Anzi. Si mangia meglio che a casa (grazie, amore della mamma…)

Doposcuola

Per chi ha necessità, la scuola mette a disposizione un servizio di pre- e doposcuola. Ci sono dei requisiti per l’ammissione che variano da caso a caso. Per farla breve, viene data precedenza a famiglie con genitori single che lavorano, famiglie con entrambi i genitori che lavorano, e famiglie con problemi economici. Solitamente nella scuola di Viganello c’è sempre posto, quindi se si rientra in uno di questi casi c’è buona probabilità di essere accettati. Il servizio ha un costo che arriva fino a CHF 35,- al giorno, ma su questo aspetto è meglio consultare l’ufficio Servizi Extrascolastici di Lugano.

Decorazioni per Halloween a scuola

Maestre e personale

La maestra di Lucia ci è piaciuta da subito. Una donna giovane e piena di idee creative, con una energia infinita e la pazienza per star dietro ai marmocchi, ma anche capace di mettere ordine con un’alzata di sopracciglio. Lucia ha imparato molto da lei, e anche noi abbiamo imparato molto, soprattutto per quanto riguarda l’efficienza che, da bravi genitori sgangherati, non è mai stata il nostro forte. La maestra organizzava serate informative a inizio anno, spettacolini per Natale e per fine anno, e una serata intorno a Novembre in cui i genitori preparavano per i loro bambini una sorpresa “fatta a mano” in classe. Ho sempre ammirato moltissimo l’inventiva e l’originalità delle mille decorazioni che abbellivano l’aula, sempre piena di rimandi alla stagione o ai progetti che i bambini portavano avanti.

 

Oltre alla maestra, la scuola dell’infanzia ha uno staff di ottimo livello. Cuochi, inservienti, ma anche insegnanti di sostegno, educazione musicale, e le maestre del tempo prolungato… tutto quanto ha contribuito a creare un ottimo ricordo. Per questo tutt’ora, quando le mamme italiane mi chiedono in che zona di Lugano cercare casa, Viganello è la prima scelta che mi viene in mente.

 

Commenti

commenti

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    ÷ 10 = 1