Featured Movies & TV Travel

La mia prima Lucca

Questa è l’immagine che mi porto dietro dalla mia prima giornata a Lucca Comics and Games.

Il sole che tramonta su una giornata calda e gloriosamente poco autunnale, i bastioni della città che si tingono di oro e fanno risplendere le foglie degli alberi, e sotto i bastioni camminano due ragazze vestite da studentesse di Hogwarts, come se niente fosse, mentre poco distante sull’erba è seduta un altra ragazza in cosplay che le guarda.

È l’atmosfera, più che i padiglioni, che mi ha toccato il cuore.

Non mento quando dico che nei miei anni di teenager non avrei sognato che un giorno ci sarebbero stati eventi come Lucca. Gli anni passati alle convention di Star Trek, a circondarmi dei pochi appassionati delle stesse cose che piacevano a me. Coltivare passioni miste a sensi di colpa e vergogna, perché erano considerate da sfigati.

La mia camera che era un regno magico in cui mi richiudevo lontano dal mondo del liceo, in cui non ero serena.

Il pensiero che, anni dopo, tutte quelle cose che a me piacevano e che all’epoca erano considerate da sfigati sarebbero diventate oggetto di culto, quasi mainstream, andava oltre le mie più floride aspettative.

Entrare a Lucca è stato come un sogno realizzato. Riuscire a vedere le strade gremite di persone che da tutta Italia vengono a celebrare le stesse cose che piacciono a me – non è più un ritrovo di nicchia, è un evento di massa.

E le persone, oh, le persone che partecipano. Non ci sono parole per descrivere quanto sia bella l’atmosfera percorrendo quelle strade. L’entusiasmo che infondono, i bellissimi costumi che sanno creare. Ci sono code, file, assembramenti, ma mai una parola aspra, mai un litigio. Tanti sorrisi e voglia di divertirsi.

Game of Thrones!

Game of Thrones!

Si supportano a vicenda. Si fanno i complimenti per il costume, l’uno con l’altro. Si fermano in mezzo alla strada e si fotografano. Thor che fotografa Marty McFly. Crudelia Demon che fa un selfie con Malefica.

Lucia emozionatissima, che indica tutti quelli che riesce a riconoscere, e li becca quasi tutti. Le cattive Disney, Spiderman, le principesse… ha girato tutto il giorno con gli occhi spalancati di fronte ai mille costumi e alle varie armi. Mi chiedo perché ai miei tempi non ci fossero posti del genere, mi sarebbe piaciuto andarci.

Rapunzel

Rapunzel

Emozionatissima quando le principesse si fermano a fare la foto con lei. Ed emozionate anche le principesse, perché lo vedo l’orgoglio che brilla nei loro occhi. E ci credo: alcune di loro avevano degli abiti così belli da meritare più di una foto.

Helvetia Cosplayer

Helvetia Cosplayer

La mia cosplayer preferita ve la devo far vedere: Helvetia. L’ha riconosciuta Stefano in mezzo alla gente e io sono corsa a fotografarla. Impossibile da riconoscere se non vivi in Svizzera, ma se come noi hai un minimo di dimestichezza è facile notare che è uguale alla moneta da mezzo franco. E anche qui, la gioia più grande non è stata solo la foto, ma il sorriso che mi ha fatto questa ragazza quando l’ho riconosciuta e fotografata.

Questo è secondo me il vero valore aggiunto della manifestazione, che va oltre il fatto di essere il punto di riferimento per qualsiasi appassionato di fantasy, fantascienza, giochi di ruolo, fumetti, manga, anime e tutte le altre cose belle della vita. Lucca Comics & Games è un grandissimo aggregatore di passione e di energia positiva, e già non vedo l’ora di organizzarmi per gustarmela più giorni l’anno prossimo.

Info – Lucca Comics and Games

Alloggio – Hotel Best Western Grand Hotel Royal – Viareggio

Mangiare – Ristorante Pizzeria Rousseau il Doganiere – Lucca | Ristorante Pizzeria Tito del Molo – Viareggio | Trattoria O Bansin – Rapallo

PS: Oltre a Lucca, un weekend a Viareggio con vista mozzafiato sul lungomare. Il grande albergo maestoso e l’atmosfera un po’ spettrale della sera di Halloween, nella grande stanza con i soffitti alti. Il vestito da principessa delle zucche e gli adesivi da appiccicare. Ritorno da Rapallo con mega-spesa di cose buone da mangiare e pomeriggio passato a giocare in riva al mare vicino al castello. Tornare a casa coi piedi umidi di salsedine e un cartoccio di farinata e focaccia ti rende leggero qualsiasi ritorno alla routine e ti alleggerisce ogni stanchezza.

 

Commenti

commenti

You Might Also Like